top of page
Cerca
  • kamo1957

RICORDO .. UN SOGNO RICORRENTE.

Faccio sempre lo stesso sogno. Sono a Domokos. I Greci si stanno ritirando in modo non proprio ordinato. Tra poco sarà l'alba e i turchi del Sultano saranno qui. Tra loro e i greci siamo rimasti solo noi, la legione italiana. Il nostro comandante, Ricciotti Garibaldi (figlio di Giuseppe Garibaldi ), si aggira rincuorando i più giovani. Lo affianca il figlio Peppino, che poi combatterà a fianco di Pancho Villa in Messico. È buio ma distinguo un gruppo che parla fitto fitto. Ci sono Barbato, Giuffrida e altri degli oratori ai contadini in rivolta dalla pietra di Portella della Ginestra. C'è un altro gruppo dalla parlata più famigliare. Sono romagnoli. C'è Cipriani, combattente della Comune di Parigi, che sta spiegando ad altri seduti intorno. Il più attento è Anselmo Marabini, che poi sarà a Livorno tra i fondatori del PCd'I. Dice Cipriani che si può andare verso l'alto e fare una barricata, ma si può anche andare in basso e fare una trincea. Penso che Cipriani è proprio bravo, ma come farà a sapere di Gettysburg e delle trincee? Ma certo : avrà visto Il buono il brutto e il cattivo...devo essere rimbecillito : Cipriani non può aver visto i film di Sergio Leone! Le parole di Cipriani però mi rincuorano : i turchi non ce la possono fare contro di noi....C'è un gruppo in fondo. Stanno dividendosi le munizioni. Ci sono i ragazzi di Castelbolognese. Di loro Ricciotti Garibaldi scrisse che andavano alla battaglia come ad una festa. È Fratti quello che distribuisce. È un parlamentare. Mi viene da ridere a pensare a quanti tra i parlamentari rottamatori di oggi sarebbero pronti a lasciare tutto per venire a morire a Domokos. Già, morire... perché Fratti muore qui e anche Capra e Silvestrini, di Castelbolognese. E anche quel ragazzino che sta ricevendo le munizioni. È di S. Giovanni in Persiceto e non ricordo mai il nome, eppure sono stato tanti anni a S.Giovanni...sì, Trombelli! Ha solo 17 anni. Devo dirglielo, devono andare via, subito! Li raggiungo, ma non mi esce la voce. È a questo punto che mi sveglio sempre. So cosa significa il sogno : è là che vorrei essere. A fianco dei curdi, dei compagni di Ayse, "Sciarpa Rossa", i compagni di "Orso", là dove si svolge la contraddizione principale e la più importante delle battaglie per la sopravvivenza del popolo curdo.



9 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Tecnica

Comments


Post: Blog2_Post
bottom of page