top of page
Cerca
  • kamo1957

GO WEST


1.GO WEST.

Ne Il Capitale Marx ricostruisce l'avventura del lord inglese che emigra in Nuova Inghilterra. Siccome è lord decide di traslocare con tutto il suo piccolo mondo: maggiordomo, cameriere/i... Porta anche i cavalli e quindi gli stallieri e i garzoni di scuderia. Il primo giorno nel Nuovo Mondo svegliandosi capisce che c'è qualcosa di strano. Il sole è già alto ma nessuno ha provveduto a svegliarlo. Si pone in ascolto e non sente i soliti rumori della servitù affacendata. Allora suona il campanello eppoi lo suona di nuovo e ancora. Nessuno risponde. Erano partiti tutti per l'Ovest. GO WEST. Era rimasto solo.

A distanza di anni l'immagine del lord che suona il campanello continua a farmi scompisciare esattamente come una comica di Stanlio e Ollio. Ci sono in Marx ed Engels formulazioni di grande forza comica che gli esegeti non hanno considerato e valutato. Ad esempio quando affermano che il Capitalismo costruisce un Mondo a Rovescio, un Carnevale, come i clown del Circo che mettono il culo al posto della testa e la testa al posto del culo. Un grande studioso Bachtin ha spiegato che i clown e il Circo sono gli ultimi depositari del Senso Carnevalesco del Mondo, una sensibilità diffusa e radicata nei popoli europei per un migliaio di anni (dai Saturnali alle Feste dei Folli). Un fenomeno culturale molto più duraturo e diffuso della Tradizione giudaico-cristiana tanto cara ai benpensanti. Credo non sia un caso che, il mio Maestro di marxismo Mario Tronti, nella fase attuale della sua riflessione, indaghi sulle manifestazioni comiche popolari, in particolare del popolo romano.

La sensibilità comica farà sempre preferire al popolo lavoratore la comicità dell'implosione di un'emigrazione (con padroni e politici che suonano la campanella) all'epopea di un'esplosione rivoluzionaria.

Già oggi abbiamo 5milioni e 600mila italiani all'estero e 5milioni e 100.000 stranieri. Gli arrivi non saldano le partenze. NON C'È NESSUNA EMERGENZA IMMIGRAZIONE. NON C'È NESSUNA INVASIONE. SONO BALLE..

2.GO WEST

...abbiamo 5milioni e 600mila italiani all'estero e 5milioni e 100.000 stranieri. Gli arrivi non saldano le partenze. NON C'È NESSUNA EMERGENZA IMMIGRAZIONE. NON C'È NESSUNA INVASIONE. SONO BALLE..

C'e il pericolo opposto di una nuova emigrazione.

Anche nella Storia Antica tutte le emigrazioni presentano sempre lo stesso schema: c'e un conflitto politico, sociale, di classe. Gli sconfitti emigrano. Tutte le città della Magna Grecia nascono così. A Tiro il partito della regina Didone sconfitto emigra e fonda una nuova città Cartagine, che diviene molto più potente di Tiro. Nella Storia Moderna a questo schema si aggiunge un elemento esterno al conflitto, la cui alleanza determina il vincitore e il vinto. La nostra penisola ha conosciuto diverse emigrazioni.

1. Con la fine del Rinascimento la sconfitta dei Liberi Comuni, la vittoria della Chiesa e del suo partito di riferimento, i Guelfi Neri, conduce all'esilio l'elite politica culturale artistica tecnica militare del "popolo" comunale. I paesi europei in cui emigrano vedono lievitare l'Arte la Cultura la Tecnica la Politica... Questa emigrazione sembra avere molto in comune con l'attuale, per cui si parla di "fuga dei cervelli".

2. Dopo l'Unità d'Italia si realizza l'alleanza dei Savoia con i latifondisti del Sud e viene sconfitto il bisogno di terra della plebe meridionale. I Savoia divengono i più grandi scafisti della storia e fanno guadagni straordinari con le Compagnie di Navigazione di cui sono i principali azionisti. I nostri meridionali insieme agli irlandesi costituiscono l'esercito industriale di riserva dei capitalismi nascenti in Europa e nel Nuovo Mondo. Colpisce la lucida consapevolezza che Bresci dimostra di tutti questi fenomeni quando in Tribunale dichiara : "le tre pallottole che ho messo in corpo al Re, una era per i morti di Milano. La seconda per i compagni di Patterson. La terza per tutti gli italiani emigrati."

Questa emigrazione ha molto in comune con quella attuale. Destra e Sinistra sono politicamente equivalenti e intercambiabili. Il Trasformismo è il costume politico dominante. Allora un ex terrorista mazziniano, Crispi, divenne il principale baluardo della Monarchia Sabauda.

3. L 'attuale emigrazione nasce dalla sconfitta della classe operaia degli anni'60-70. Per vincere i padroni si allearono con l'Imperialismo yanke che non si fece scrupolo di usare qualunque mezzo: bombe stragi corruzione voto di scambio acquistato con l'esplosione del Debito pubblico connubio di Gladio e Mafia...

Come per il lord inglese di cui ci parla Marx, padroni e politici suoneranno il campanello e nessuno si presenterà...

7 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


Post: Blog2_Post
bottom of page